samandel.com
0
%
Loading...
Questo sito utilizava scimmie volanti per migliorare la tua esperienza di navigazione, ma a seguito di una strana attività prolifica incontrollata ha alla fine deciso di utilizzare dei semplici cookies.
Attendendo il termine del precaricamento delle immagini, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque elemento; ma anche scoreggiando, sbadigliando, tossendo o starnutendo, acconsenti automaticamente all'uso dei cookie.
Tramite i cookies Samandel potrà rubare i tuoi sogni nel cassetto, smascherare i tuoi scheletri nell'armadio, leggerti nella mente e passarti cubetti di ghiaccio dietro la schiena quando meno te lo aspetti.

News

Elenco delle ultime 8 news.

Medusa selfie UNFINISHED Medusa selfie UNFINISHED
Aggiunto al Portfolio il NUOVO lavoro Medusa selfie, sezione Illustrazioni.
[Aggiunta il 26/10/2016] · [Permalink]

Sciamano delle montagne UNFINISHED Sciamano delle montagne UNFINISHED
Aggiunto al Portfolio il NUOVO lavoro Sciamano delle montagne, sezione Illustrazioni.
[Aggiunta il 17/10/2016] · [Permalink]

marriage marriage
Aggiunto al Portfolio il NUOVO lavoro marriage, sezione Illustrazioni.
[Aggiunta il 17/08/2016] · [Permalink]

Unlike Unlike
Aggiunto al Portfolio il NUOVO lavoro Unlike, sezione Illustrazioni.
[Aggiunta il 20/01/2016] · [Permalink]

Dresden Dresden
Aggiunto al Portfolio il lavoro Dresden del 2010, sezione Illustrazioni.
[Aggiunta il 19/01/2016] · [Permalink]

Wiener Kunstler Wiener Kunstler
Aggiunto al Portfolio il lavoro Wiener Kunstler del 2010, sezione Illustrazioni.
[Aggiunta il 19/01/2016] · [Permalink]

Shot Shot
Aggiunto al Portfolio il NUOVO lavoro Shot, sezione Illustrazioni.
[Aggiunta il 15/01/2016] · [Permalink]

Sgnacchera Sgnacchera
Aggiunto al Portfolio il NUOVO lavoro Sgnacchera, sezione Illustrazioni.
[Aggiunta il 07/01/2016] · [Permalink]

Sapevi che puoi ricevere notifiche sugli utlimi aggiornamenti? Clicca qui per scoprire come fare! | Vuoi vedere l'elenco completo delle news inserite? Clicca qui!

Presentatoio

Chi sono

La storia di Samandel (pronunciato Samándêl) ha inizio quando una navicella sferica atterra sulla Terra fuggendo dalla distruzione del pianeta Vegeta.

O forse no, mi pare questa sia un'altra storia, non facciamo confusione.

Samandel nasce a Napoli nel lontano 1986, quando si giocava ancora con i Super Santos in campi di pallone improvvisati, quando per invitare un amico si utilizzavano ancora i vecchi citofoni, per rimorchiare una ragazza le si inviavano biglietti con su scritto "Ti vuoi mettere con me? Sì No Forse", quando il massimo dello sballo era dato da una Big Babol a coca-cola e quando il personal computer, il web e le arti grafiche digitali erano ancora fantascienza.

Sin da piccolo dimostra un interesse spiccato per il mondo dell'arte: i "Graffiti sul muro in cucina con i pastelli a cera che mamma poi mi ha picchiato" sono la sua primissima espressione artistica. Seguono esperimenti con acquerelli, tempere e tecniche pittoriche miste; braccialetti di pasta bruciata, cartucce di pennarelli disciolte in acqua, plastilina, e una lunga collezione di oggetti creati seguendo i tutorial della scuola dell'arte chiamata L'Albero Azzurro.

Agli esordi del nuovo millennio arriva la prima svolta. Nel 1999 Samandel ottiene il suo primo pc, un Pentium III grosso quanto un comodino, corredato da floppy-disk e addirittura lettore CD-ROM. Il modem raggiungeva la splendida velocità di 56kbps, e prima di introdurti sul web e salassarti con tariffe esorbitanti ti accompagnava con una musichetta viennese di questo tipo.

Con il nuovo PC Samandel si sente un dio: scopre il mondo del porno, la comunicazione a distanza tramite e-mail, gli cheats per superare i livelli impossibili dei videogiochi playstation.

Tuttavia i suoi primi progetti digitali sono ancora lontani dall'avere un approccio artistico-visivo. La prima cosa che Samandel fa è creare L'enciclopedia dei Miti e degli Eroi, nel senso che ricopiava al pc le voci relative alla mitologia greca e romana che incontrava sulla vecchia enciclopedia cartacea. Il secondo progetto fu la scrittura assidua di un romanzo in cui tentò di fondere la sua vita reale, vampiri, Resident Evil e storie d'amore. Possiamo gustare un assaggio di questo capolavoro di oltre 600 pagine redatto col titolo finale di "La voce dalla cantina":

Poi sollevò le palpebre, e vide, sorpreso, un piccolo scarafaggio camminare sulla schiena della donna.
"Grazia… non ti muovere… hai uno scarafaggio sulla schiena…" disse, e lo gettò a terra e prima che scappasse lo pestò.
Grazia rimase, impietrita, a guardare la scena.
"Che cosa… che cosa hai fatto!!! – gridò, mentre il suo cuore cominciava a riempirsi d'odio – … il mio piccolo amico… l'hai ucciso!"
[...] "… Comincio ad avere qualche sospetto che tu non sia la vera Grazia… o sbaglio!?!"
"… stupido uomo… finalmente ci sei arrivato! Hahahahha – disse la donna cambiando aspetto – Io… sono Ocipite, la strega degli scarafaggi… e tu ora sarai la loro preda!"

Dobbiamo aspettare il 2000 per osservare le sue prime sperimentazioni digitali. Nell'estate di quell'anno acquista infatti in edicola al modico prezzo di 10.000 lire un corso per web-design: ed è subito amore. In un'epoca in cui l'HTML 4 era ancora ai suoi esordi, in un momento storico in cui esistevano soltanto Internet Explorer e Netscape come browser e il web si stava appena affermando, diventare un creatore di siti regala a Samandel la sensazione di poter dominare il mondo. Non a caso è anche l'epoca in cui Samandel tenta di trasformarsi in un hacker, comincia a smanettare con l'MS-DOS e le shell più impervie di Windows 98 ottenendo una strana sensazione di onnipotenza quando riesce a superare le difese informatiche di un computer in Polinesia e accedere alle mail dello sfortunato tipo. Peccato che non abbia mai saputo leggere il kanak, la lingua del posto.

Ma il 2000 è anche l'anno di incontro col mondo della fotografia, grazie a una Cyber-Shot compatta della Sony: una macchina fotografica che permetteva a stento di inquadrare, mettere a fuoco e scattare, ma tanto bastò a Samandel per innamorarsi di questa preziosa forma d'espressione visiva e cominciare ad approfondire questo magico mondo.

Gli anni successivi sono anni di un'intensa formazione. Dopo un primo approccio al mondo della Biologia, dell'Erboristeria e dell'Entomologia Samandel decide di dirottare i suoi studi in un percorso Filosofico e Letterario. Contemporaneamente alla fotografia e al webdesign comincia ad approfondire il mondo dell'illustrazione e del disegno, con particolare interesse alla grafica pubblicitaria; dapprima in maniera autodidatta e poi accompagnandosi a corsi di qualifica sempre più mirati.

Nel 2006 avvengono tre nuovi incontri che segneranno il suo percorso personale e professionale: il primo è l'incontro con la lingua Portoghese e tutto il mondo lusofono. Da lì Samandel seguirà degli studi sulla lingua, viaggerà in Portogallo, approfondirà la storia e la cultura del posto fino ad arrivare a una collaborazione in una traduzione per la Marsilio Editore. Da quell'incontro resta la passione in generale per le lingue e la linguistica.

Il secondo evento che segna la sua vita in quegli anni è l'incontro con il Nuovo Umanesimo, una corrente di pensiero nonviolenta di origini argentine che trova applicazioni sociali. Saranno quelli anni di intense attività sociali e pubbliche, ma anche di diversi studi e riflessioni personali (da cui l'avvicinamento all'alchimia e alla meditazione). La partecipazione ha luogo anche in maniera pratica attraverso la realizzazione di siti web, reportage video-fotografici e soprattuto un'intensa produzione di materiali grafici che lo avvicineranno sempre più e lo formeranno nel mondo della grafica pubblicitaria ed editoriale.

Il terzo evento è dato appunto dal viaggio: dopo le prime gite scolastiche e le uscite fuori porta, Samandel comincia a viaggiare in Bulgaria, in Portogallo, in Francia; fino a realizzare un karmaviaggio in solitaria di tre mesi in bicicletta da Napoli a Barcellona passando per Andorra-la-Vella. Attualmente il suo planisfero è puntellato di spilli per segnare quali città sono nella lista dei prossimi viaggi.

Durante questi anni Samandel ha realizzato diverse esposizioni, mostre e pubblicazioni. L'arte, se così si può definire, ha rappresentato per lui più una compagna di vita che una vera e propria realtà lavorativa. Nonostante in questi anni abbia svolto le più disparate mansioni e continua a definirsi un free-lance per quanto riguarda il campo digitale e artistico, Samandel sogna ancora di poter diventare, a 29 anni suonati, un grafico-illustratore-webdesigner-fotografo-chef-reporter di viaggio.

Se tu che leggi queste pagine credi di potermi dare una mano, allora non esitare a contattarmi, prima che la maledizione de la piattola assassina che in una vita passata era un poltergeist e ora è diventata un dipendente di Equitalia e adora i programmi di Antonella Clerici ti colpisca nel sonno.

Cos'è quindi Samandel.com?

Samandel.com è un laboratorio alchemico di creazioni grafiche.

Ho provato a scrivere un paragrafo qui in cui spiegavo cosa fosse l'alchimia per me, ma raggiunte le 20mila parole mi sono reso conto che forse non era il caso di annoiarvi con un trattato filosofico.

Ho deciso quindi di spiegarvi cos'è Samandel nella maniera più semplice possibile: è un laboratorio, cioè un luogo dove mi ritrovo a studiare e approfondire le mie materie vitali.

È alchemico perché l'alchimia è una disciplina che combina le cose, parte da due elementi base e ne crea un terzo del tutto diverso. L'alchimia è introspezione, è evoluzione, trasformazione. L'alchimia è soprattutto creazione di allegorie, cioè di cose che nascono in un campo quasi onirico e fantasioso per spiegare concetti e idee reali che abitano la realtà.

Samandel è infine qualcosa che si occupa in primo luogo di arte grafica, perché le immagini sono il mio linguaggio. Potevo scegliere la musica, o le automobili, o la costruzione di presepi di molliche di pane. Ma non si sa per quale motivo ho scelto nella mia vita la figura, il disegno, il colore, il mettere-su-carta (o meglio su-schermo) la rappresentazione di un momento, di un concetto, di un emozione, di un'idea.

Mai e poi mai mi sono spacciato per un artista. E non solo perché i miei percorsi di studi sono per lo più autodidattici, quanto perché credo che un artista sia una persona che dedichi completamente la propria vita all'arte. Per denaro o per per passione, un artista è una persona che parla sempre in forme d'arte, parla e ragiona e comunica e perfino sogna in forme d'arte.

Questo non sono io, che mi rivolgo all'arte più come a una specie di rifugio personale, un momento alchemico in cui trasformo le mie idee in qualcosa d'altro come forme e colori.

Ecco cos'è Samandel: il mio tentativo di vivere studiando la vita e nel contempo segnarmi appunti su quello che scopro sottoforma di disegni.

Superpoteri

Samandel ha acquisito i superpoteri in Lettere Moderne (Università degli Studi di Napoli Federico II).

Samandel ha lavorato per circa un anno allo Studio di moda Fashion lab, nel 2007, acquisendo i superpoteri in grafic design.

Nel 2008 ha organizzato a Roma la mostra artistica Essere... umano. Stadi interni e rappresentazioni, replicata poi al Centro Naranja nel 2009 in occasione della Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza.

L'anno prima ha pubblicato due foto sul giornale straniero Vagabond e nel 2007 ha esposto dieci foto presso gli studi della radio F2lab.

Nel 2008 ha inoltre partecipato all'evento "Piazza libera dal razzismo"; nel 2010 ha esposto 3 foto durante la Fiera dei Beni Comuni organizzata dal CSV e nel 2011 ha partecipato alla Giornata Mondiale per la Nonviolenza a Napoli esponendo 10 opere.

L'anno prima ha seguito un corso di Fotografia sociale e si è diplomato in Grafica Pubblicitaria ed Editoriale presso il Centro Interdipartimentale L.U.P.T.

Nel 2012 ha esposto due opere presso il M.I.A., Movimento Indipendente Artisti di Napoli, partecipando a due distinte collettive.

Nel 2013 ha intrapreso e concluso con successo gli studi di Colorazione Digitale liv. I e II presso la Scuola di Fumetto e illustrazione di Napoli Comix.

Dall'estate 2014 è esposta in maniera permanente un'opera presso 'O Grin, e nello stesso anno ha collaborato alla realizzazione del fumetto Le avventure di Neo 2 finanziato dalla Comix e dalla Fondazione Melanoma Napoli.

Samandel possiede inoltre i superpoteri dell'ECDL livello 1, è automunito e ogni tanto prende l'ascensore.

Tra le altre cose, nel 2010 ha tradotto dal portoghese il saggio "Il grande momento" di José Carlos Avellar per la Marsilio editore, attualmente pubblicato in "Storia del cinema italiano, uno sguardo d'insieme di Paolo Bertetto.

Skills

 
PS Adobe Photoshop CS6.1 altaltaltaltalt Disegno, illustrazione a mano libera, fotomontaggio
AI Adobe Illustrator CS6 altaltaltaltalt Illustrazione vettoriale, logotypes
ID Adobe InDesign CS6 altaltaltaltalt Editorial design, advertising design
LR Adobe LightRoom 6 altaltaltaltalt Fotoritocco
HDR DynamicPhoto HDR 5 altaltaltaltalt Fotografia HDR
so Suite Microsoft (Office, Excel, Access, PowerPoint) altaltaltaltalt
es Adobe Premiere altaltaltaltalt Montaggio video
es Edit Studio 6 altaltaltaltalt Montaggio video
es Audacity altaltaltaltalt Montaggio ed editing audio

OS win Windows NT (Windows10), lin GNU/Linux (Ubuntu, Xubuntu, Lubuntu) e altMac OS X.

Samandel programma correttamente in XHTML 5, o versione precedenti, e CSS3. Samandel conosce le regole dell'RSS. Samandel sa parlare in JavaScript, PHP 5 e MySql. All'occasione sa entrare anche nell'MS-DOS del computer, ma non sa scardinare serrature con le forcine. Samandel programma in np Notepad per un'esperienza più selvaggia di programmazione. Samandel non conosce il mf Flash perchè lo considera deprecato ma, in compenso, consce l'AJAX (JSON, JSONP e jQuerycompreso).

Nel tempo libero, e durante il sonno, Samandel parla mf portoghese del Portogallo ad un livello medio. Samandel è fiero di saper parlare alt l'Italiano e il alt Napoletano come lingue madri, visto anche il recente riconoscimento dell'UNESCO di quest'ultima come Patrimonio linguistico. Attualmente sta provando ad acquisire anche i superpoteri in alt Tedesco.

Oltre che con pastelli, acquerelli, oli e carboncini per un livello pari a altaltaltaltalt Samandel disegna a mano libera con succo di pomodoro, foglie di artemisia e grafite fluorescente del pianeta Czarnia.

Samandel è politeista e venera il dio Canon ed il dio Leica. La sua attrezzatura fotografica comprende una Canon 1000D e una EOS 50D; una Konica DiMage Z2; una Diana F+ e una GoPro Hero Black 3. Obiettivi: 18-55mm, 17-85mm e 50mm f1.8. Sono da prendere in considerazione anche la lente di ingrandimento, il microscopio 250x e il rullino mai svilluppato scattato quando aveva 5 anni.

A Samandel piace

Cucinare, passeggiare, viaggiare, scoprire, creare.
A Samandel piace correre il rischio e fare cose proibite, come scaccolarsi di nascosto o provare a rubare i biscotti della nonna senza lasciarsi scoprire.
Libri: Il libro dell'Inquietudine (F. Pessoa); Il Piccolo principe (A. de Saint-Exupéry); On the road (J. Kerouac); Il nome della rosa (U. Eco); I quaderni di Malte Laurids Bridge (R. M. Rilke); Elianto (S. Benni); It (S. King); e molti altri.
Film: 8½ (F. Fellini); La storia infinita (W. Petersen); La collina dei conigli (M. Rosen); Jurassik Park saga; Il castello errante di Howl (H. Miyazaki); L'uomo fiammifero (D. di Donatello); Caravaggio (D. Jarman); Mezzanotte nel giardino del bene e del male (C. Eastwood); Brisby e il segreto del NIHM (D. Bluth); Cidade de Deus (F. Meirelles e K. Lund); e molti molti altri.
Telefilm: X-Files; Streghe; Buffy l'ammazzavampiri; Vikings; Will & Grace; Fantaghirò; Scrubs; La Tata; Six feet under; One tree hill; Dharma & Greg; Big Bang Theory; Alf; Super Vichi.
Piatti: lasagne alla bolognese, gnocchi al forno, friarjelli, mozzarella, pizza margherita, frutta fresca di stagione, cucina vietnamita, thailandese, portoghese.
Videogiochi: Final Fantasy saga (VI e VIII in particolare); Resident Evil saga (RE2 in particolare); Crash Bandicoot (CB 3 warped lost in time in particolare); Zuma; Dragon Age saga; Neverwinter Nights saga; Pillars of Eternity; Day of the tentacle; Broken Sword saga (Il segreto dei Templari in particolare); e molti altri.
Posizioni del kamasutra: il missionario, la girandola, il lucchetto, la libellula con l'ala inclinata, lo scolapasta, il secchio di colla, il salto di superman dal comodino, la testa gongolante di Giuliacci quando dice buonasera.
Altro: Samandel adora l'entomologia, la biologia, la filosofia, la psicologia; è affascinato dal buddismo e dall'etenismo; si è avvicinato al Kobudo e al tiro con l'arco e pratica regolarmente ciclismo. Pur avendo una predilizione per i lupi, Samandel è segretamente innamorato del "suo" gatto Giano, una piccola peste che sa come farlo sorridere.

A Samandel non piace

Quando entro in doccia e scopro che non c'è acqua calda. Quando in metro il tipo affianco puzza di sudore. Quando installo un programma e invece mi ritrovi dieci barre di ricerca, 15 malware, un plugin della Nasa, la pagina de La Signora in giallo settata come home page. Odio quando si passa dalla bella alla cattiva stagione, e per soli 5 minuti di vento mi viene il mal di gola. Non mi piacciono le persone che insultano, che giudicano, che criticano, che vivono nell'ombra della violenza e dell'ignoranza.
Non mi piace quando scarico un torrent e si blocca al 99%. Non mi piace quando mi appassiono a una serie televisiva, e arrivati alla terza stagione gli sceneggiatori stravolgono tutto. Non mi piace la pasta e lenticchie bruciata. Non mi piace la birra che finisce troppo in fretta. Non mi piacciono le frontiere, non mi piace stare troppo tempo lontano dal mare. Non mi piace l'opera, non mi piace la moda, i fashion-victim, chi spende tempo energie e denaro per curare l'apparenza piuttosto che l'essere.
Non mi piace il francese, non mi piace il devo fare questo e devo fare quello, non mi piacciono i ceci, i crauti e i peperoni, non mi piace il calcio e ogni sport vissuto in maniera agonistica, non mi piace il cielo grigio, i discorsi fatti tanto pour parler.
Non mi piace chi non sogna, chi si arrende, chi si piange addosso, chi non mira in alto, chi non eleva il proprio desiderio, chi si adagia sugli allori, chi non si mette in discussione, chi cambia e chi si prende sempre troppo sul serio.

Portfolio

Clicca sul menù in alto per navigare tra le varie categorie.

arrow

Illustrazioni

illustrations_16 illustrations_15 illustrations_14 illustrations_13 illustrations_12 illustrations_11 illustrations_10 illustrations_09 illustrations_08 illustrations_07 illustrations_06 illustrations_05 illustrations_04 illustrations_03 illustrations_02 illustrations_01 illustrations_00 illustrations_o17 illustrations_o16 illustrations_o15 illustrations_o14 illustrations_o13 illustrations_o12 illustrations_o11 illustrations_o10 illustrations_o09 illustrations_o08 illustrations_o07 illustrations_o06 illustrations_o05 illustrations_o04 illustrations_o03 illustrations_o02 illustrations_o01 illustrations_o00

Fotografia

Pagina in costruzione.

Grafica Pubblicitaria

adv_o34 adv_o33 adv_o32 adv_o31 adv_o30 adv_o29 adv_o28 adv_o27 adv_o26 adv_o25 adv_o24 adv_o23 adv_o22 adv_o21 adv_o20 adv_o19 adv_o18 adv_o17 adv_o16 adv_o15 adv_o14 adv_o13 adv_o12 adv_o11 adv_o10 adv_o09 adv_o08 adv_o07 adv_o06 adv_o05 adv_o04 adv_o03 adv_o02 adv_o01 adv_o00

Grafica Editoriale

Pagina in costruzione.

Webdesign

Pagina in costruzione.

Altro

Pagina in costruzione.

Extra

Clicca sulle frecce a destra e a sinistra per navigare in questa categoria.

Statistiche

Dal 16 marzo 2009 ad oggi
paia di occhi hanno visitato queste pagine.

Per i primi 10mila Samandel ha dedicato questo lavoro; per i primi 50mila ha invece realizzato quest'altro lavoro e per i prossimi 100mila che passeranno di qui... beh, impegnatevi di più a diffondere condividere e pubblicizzare il mio sito :-)

il Blog

e le altre versioni del sito

A partire dal 1° settembre 2015 Samandel.com sfoggia le vesti della versione 2.0 (quella che state vedendo in questo momento).
Fino a prima di quel momento, e cioè dal marzo 2009 fino appunto alla versione 2.0, Samandel.com si accompagnava al suo blog, L'arte è una ri~flessione.

Il blog era non solo un luogo dove venivano raccolti pensieri e riflessioni ma anche una pagina dove Samandel teneva conto dei propri aggiornamenti, svolgendo quindi anche una funzione di vetrina virtuale.
Il passaggio dalla versione 1.5 alla 2.0 del sito non si è ancora conclusa del tutto.

Samandel sta attuando una lenta transumanza di tutti i suoi post contenenti illustrazioni, fotografie e lavori grafici dal blog alla relativa sezione Portfolio di questo sito.
Finché dunque non si arriverà alla fine di questo processo, il blog sarà ancora attivo a disposizione dei vecchi nostalgici paranoici.

Approfittane dunque per recarti sul luogo e scattare foto, comprare cartoline e cappelli di panama. Lentamente il blog si avvicina a quel fatidico momento in cui Samandel premerà il tasto Canc della tastiera, e tutti i files spariranno rendendolo solo una vecchia leggenda.

Nel frattempo però lui (il blog) non lo sa, quindi siate gentili: non ditegli che il suo biglietto per il Valhalla è già stato acquistato.

i Cookies

e il mistero delle scimmie volanti

I più attenti avranno notato che in home page, al primo accesso del sito, si avvierà un pre-loading di alcune immagini.

A meno che non abbiate una connessione adsl che viaggi a 300 super-katz!, oppure utilizziate Internet Explorer come browser di navigazione (perché in questo caso, essendo IE un browser idiota, bloccherà lo script di pre-caricamento delle immagini in questione) vi sarà stato impossibile leggere il disclaimer relativo ai cookies che compare appunto in quella pagina.

Per chi se lo fosse perso, ecco il disclaimer:


Questo sito utilizava scimmie volanti per migliorare la tua esperienza di navigazione, ma a seguito di una strana attività prolifica incontrollata ha alla fine deciso di utilizzare dei semplici cookies.
Attendendo il termine del precaricamento delle immagini, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque elemento; ma anche scoreggiando, sbadigliando, tossendo o starnutendo, acconsenti automaticamente all'uso dei cookie.
Tramite i cookies Samandel potrà rubare i tuoi sogni nel cassetto, smascherare i tuoi scheletri nell'armadio, leggerti nella mente e passarti cubetti di ghiaccio dietro la schiena quando meno te lo aspetti.

Per chi non mastica l'inglese informatico, il disclaimer è praticamente un "avviso in cui l'autore declina ogni responsabilità" o, per dirla alla romana, "ci tiene a precisare che so' cazzi vostra".
Cookie invece significa biscottino e in informatica si riferisce a quei biscottini, a quelle briciole che restano nel vostro computer dopo l'accesso a un sito.

Forse qualcuno arrivato a questo punto si starà chiedendo il perché di questa sezione. Ebbene, volevo precisare due cose davvero molto importanti.

UNO. Nessuna scimmia volante è stata maltrattata durante la programmazione di questo sito. Tutte quelle che hanno ricevuto frustate o torture dei capezzoli hanno ampiamente apprezzato.

DUE. In secondo luogo, e qui sono davvero serio, volevo precisare che l'aggiunta di questo disclaimer nasce da una Direttiva europea dell'8 maggio 2014, a seguito della quale tutti i siti che rilasciano cookies sono tenuti ad avvisare gli utenti con un banner.

In realtà la Direttiva Europea interessa quei siti che rilasciano cookies utili a spiare le preferenze dell'utente e spesso ceduti o rivenduti a siti terzi che traggono evidenti vantaggi economici da questa pratica.

Bene: questo non è ovviamente il caso di Samandel.com. I cookies utilizzati servono solo a capire se è il vostro primo accesso al sito o meno, perché se così fosse allora parte il pre-caricamento delle immagini, aiutandovi davvero a navigare nel sito in maniera più fluida e rilassata.

Questo articolo, in un certo senso, vuole anche essere un articolo di protesta. È vero che nel corso del tempo è stato fatto un uso spesso illecito di questa pratica, arrivando letteralmente a spiare l'utente e le sue preferenze di navigazione, e che in tal guisa una Normativa del Garante della Privacy era del tutto necessaria.
Ma è anche vero che il 2015 sarà ricordato come l'anno in cui gli italiani hanno detto più "Acconsento" in tutta la loro storia (escludendo le richieste ambigue ricevute a letto), o anche come l'anno in cui tutti i navigatori medi hanno raggiunto livelli di stress pari a quelli della guerra fredda, perché ad ogni nuovo accesso di un nuovo sito ti compaiono banner, controbanner, testi microscopici che manco nei bugiardini del Tantum verde, barre di avviso e disclaimer di ogni genere e sorta.

Non si aveva un'esperienza di navigazione così frustrante da quando furono creati i fastidiosi pop-up.

Per concludere, Samandel ci tiene a sottolineare che okay le leggi in materia, ma fate qualcosa per rendere meno stressante la navigazione di noi poveri utenti (basterebbe spuntare una sola casella generica nelle impostazioni del proprio browser in cui si di chiara che 'annate 'a 'mmorì 'mmazzati so' d'accordo fatevi pure li cazzi miej tanto nun c'ho niente da nascondere a nessuno, anche perché non ha senso che uno scelga di acconsentire all'utilizzo dei cookies per un sito sì e per un altro no, in linea di massima o sono d'accordo per tutti o per nessuno).

i Credits

vale a dire come si stava negli anni '90

No, non è esattamente come pensate. Non si tratta di crediti o debiti finanziari.

Quando mi sono avvicinato alle prime esperienze di programmazione web erano appena gli anni 2000 e in quegli anni il web era ancora molto acerbo, continuando a tramandare retaggi dagli anni '90 o addirittura dagli '80.

Uno di questi era proprio la pagina dei Crediti, cioè una pagina in cui il proprietario del sito ci teneva a lasciare alcuni avvisi che generalmente riguardavano i Copyrights, la Compatibilità di navigazione, alcuni Awards e per finire i Ringraziamenti.

Samandel, che è un grande nostalgico, mantiene questa tradizione e vuole fare un tuffo nel passato riproponendo questi avvisi come se vivessimo ancora negli anni '90.

1) Copyrights.

Se questo avviso fosse stato scritto negli anni '90:

Tutto il materiale presente in questo sito, sia testuale che olografico, è di proprietà esclusiva dell'autore. È severamente vietato riprodurre tali contenuti, anche solo parzialmente, senza il permesso scritto. Per ottenere l'autorizzazione sarà necessario inviare 10 figurine Panini, 5 schede telefoniche da tiratura limitata, premere Start+Select+L1+R1+l'interruttore d'accensione dello scaldabagno, e inviare il tutto in una palla schiacciata da Mila e Shiro attaccata a una manina-appiccicosa trovata in un sacchetto delle patatine.

Come risulta questo avviso ai tempi d'oggi:

© 2007~16 Licenza Creative Commons tutti i contenuti di di Samandel.com sono distribuiti sotto Licenza CC BY-NC-ND

Analisi sociologica: praticamente tutti noi webmaster che pubblicavamo contenuti sul web avevamo una paura fottuta che tutto il mondo potesse rubare i nostri contenuti. C'era una tale diffidenza generale nel pubblicare foto e opere testuali che ricordo siti dedicati all'uscita di un nuovo romanzo in cui i testi mostrati erano crittografati in braille dell'alfabeto cirillico stampate specuralmente.

Scherzi a parte, è interessante notare come nel corso del tempo la dimensione legale abbia creato sempre più forme per tutelare il diritto d'autore, ma contemporaneamente sempre più persone hanno riversato fotografie personali, testi e video nella rete, esponendosi come in un campo minato.

Il pericolo che qualcuno possa spacciare per sue una di queste proprietà artistiche e/o intellettuali è più serio di quanto si pensi, e bisognerebbe fare sempre attenzione a quello che si carica sul web perché la rete ha una memoria molto più lunga di quanto si pensi.

Personalmente mi sono imbattuto in casi in cui persone hanno scaricato le mie opere e le hanno spacciate per proprie. Per questo, già da diversi anni, ogni opera è contrassegnata con un logo e mi affido alle licenze Creative Commons.

Le Creative Commons (più semplicemente abbreviate in CC) sono un discorso molto lungo per la cui trattazione rimando al sito ufficale.

In linea di massima possiamo dire che regolano i diritti d'autore e quelli di utilizzo che un autore intende farne.

Nello specifico la licenza CC BY-NC-ND di Samandel.com sta a significare che chiunque può redistribuire i contenuti di questo sito, anche senza interpellare l'autore, A PATTO CHE VENGANO RISPETTATE TRE CONDIZIONI, e cioè

  • bisogna sempre indicare che l'opera è by Samandel.com e apporre un link che rimanda alla pagina originale dell'opera,
  • non è possibile modificare i contenuti in alcun modo (modifiche del testo titolo compreso, modifiche dell'immagine, fotomontaggi, etc.) e infine
  • le condizioni di cui prima sono valide SOLO ED ESCLUSIVAMENTE se la redistribuzione delle opere è effettuata NON a fini di lucro

Questa licenza si applica per le opere pubblicate qui, sul dominio http://www.samandel.com, ma anche sui livelli terzi di questo dominio e sui siti mirror, nonché su tutti i profili di Samandel ad esso collegati quali quelli elencati nella sezione Contatti.

2) Compatibilità.

Se questo avviso fosse stato scritto negli anni '90:

Sito ottimizzato per tutti i browser (Netscape) eccetto Internet Explorer. Risoluzione consigliata: 1024x768 o superiori, 32bit di colori.

Come risulta questo avviso ai tempi d'oggi:

Sito ottimizzato per tutti i browser (Netscape, Firefox, Chrome, Safari) eccetto Internet Explorer. Compatibile per dispositivi mobili e la macchinetta che trasforma l'acqua in acqua frizzante.

Qui c'è davvero poco da dire. InternetExplorer era e rimane il peggior browser di sempre. Preferite i segnali di fumo se volete, le pitture rupestri o i fondi del caffé, ma evitate più che potete di navigare con IE.

3) Awards.

Di solito nella pagina dedicata ai crediti si riportavano dei mini-banner chiamati buttons che erano essenzialmente di due tipi: il primo testimoniava l'eventuale vincita di concorsi, gare e contest che si tenevano online su forum e siti dedicati. Alcuni di questi siti esistono tutt'oggi e continuano a creare delle vere e proprie competizioni mondiali per premiare il miglior sito dell'anno in fatto di webdesign, usabilità, css o altri criteri.

Il secondo tipo di buttons venivano invece rilasciati dai cosiddetti validator, cioè dei siti che si facevano garanti delle regole di scrittura del codice html. Anche in questo caso ne esistono ancora (W3C è il più famoso) e possono interessare l'html, l'xhtml, l'rss, il css e così via. Apporre questo secondo tipo di buttons equivaleva a dire "guarda che la massima autorità in fatto di questo codice dice che io ho rispettato tutti gli standard, quindi io sono un mostro informatico e se il sito dà problemi è solo perché tu lo stai usando in maniera sbagliata".

In un'era in cui Google non la faceva ancora da padrone e i motori di ricerca scarseggiavano esistevano poi un terzo tipo di buttons che servivano a dimostrare l'appartenza a determinate cerchie di siti, detti aggregators. Uno dei più famosi è stato senza dubbio Geocities.

Se questo avviso fosse stato scritto negli anni '90:


Come risulta questo avviso ai tempi d'oggi:


Resta aggiornato!

Da oggi è possibile restare sempre aggiornati sugli ultimi aggiornamenti di Samandel.com, sia da PC che da smartphone!
È davvero facile e non c'è bisogno di alcuna laurea in ingegneria spaziale, segui soltanto questi semplici passaggi:

Dal browser - senza notifiche
Collègati all'indirizzo http://www.samandel.com/rss.rss. A seconda del browser che utilizzi potrai vedere una pagina leggermente diversa nell'aspetto, ma in qualsiasi caso quello che devi fare è semplicemente confermare l'iscrizione al feed:

  • Se usi Internet Explorer, clicca su Sottoscrizione al feed e conferma cliccando Sottoscrivi.
    Vedi immagine di guida.
  • Se utilizzi Firefox, clicca su Abbonati adesso e conferma cliccando su Abbonati.
    Vedi immagine di guida.
  • Se invece utilizzi Chrome, non sarà purtroppo possibile procedere con questo metodo finché non integri un'estensione in grado di leggere gli aggiornamenti. Leggi oltre per scoprire come fare!

Ecco di seguito una mini-galleria per aiutarti in questi passaggi! Seguendo questi metodi aggiungerai un segnalibro dinamico alla tua raccolta dei preferiti.
Se invece preferisci essere avvisato con una notifica ogni volta che Samandel aggiunge una news, allora prosegui nella lettura!

Dal browser - ricevi notifiche
Se vuoi essere avvisato tramite notifiche allora puoi scaricare dei plug-in aggiuntivi per migliorare le "abilità" del tuo browser.
Ricorda che questo metodo è utilizzabile soltanto da browser su PC. Se invece vuoi ricevere notifiche dallo smartphone, continua a leggere oltre! Per installare i plug-in necessari rècati nella rispettiva pagina delle estensioni del tuo browser. Ogni browser ha una propria libreria personale, in linea di massima:

  • Se usi Internet Explorer, clicca su questo link (oppure clicca su "Gestione componenti aggiuntivi" -> "Trova altre estensioni e barre degli strumenti..." dal menù principale).
  • Se usi Firefox, vai su questo link (o su "Componenti aggiuntivi" dal menù principale) e clicca su Esplora.
  • Se usi Chrome, vai su questo link (o su "Altri strumenti -> Estensioni" dal menù principale).

Bene, ce l'abbiamo quasi fatta. Una volta che hai raggiunto la relativa pagina per scaricare i plug-in del tuo browser, cerca la parola magica RSS.
Come dicevo prima, ogni browser ha una propria lista personale di plugin per cui è impossibile consigliarti quale installare. Scegli quello segnalato con più stelle dagli utenti, o làsciati seguire dall'istinto.
Una volta installato il tuo plugin inserisci il link degli aggiornamenti di Samandel http://www.samandel.com/rss.rss, e il gioco è fatto!

Dallo smartphone - ricevi notifiche
Per chi possiede uno smartphone l'operazione è davvero semplicissima. Apri la pagina del tuo store applicazioni e cerca la parola magica RSS, o RSS aggregator.
A seconda del sistema operativo che utilizzi riceverai una lista di applicazioni che potrebbero essere differenti, per cui anche in questo caso non posso consigliarti quale utilizzare.
Scegli quella che ha ricevuto più stelle o làsciati guidare dall'istinto. Una volta scaricata l'applicazione inserisci il link degli aggiornamenti di Samandel http://www.samandel.com/rss.rss, e riceverai notifiche dall'applicazione ogni volta che Samandel avrà aggiunto una nuova news!

Dal PC - software
Per i più temerari esiste anche un quarto metodo: si tratta di scaricare dei software sul proprio pc e inserire il link degli aggiornamenti di Samandel http://www.samandel.com/rss.rss
L'operazione è molto simile all'aggiungere un'applicazione sul proprio cellulare, non trovi? I software in questione sono di diverso tipo, alcuni gratuiti altri a pagamento. Per avere una panoramica degli ultimi software disponibili sul mercato vai su google e cerca l'ormai famosa parola magica RSS.
Per avere risultati più precisi in questo caso puoi cercare RSS aggregator o RSS software pc.

Contatti

Puoi contattare Samandel tramite il magico modulo sottostante.
Per via di una strana maledizione, tutti i campi sono obbligatori.



Sapevi che puoi trovare Samandel anche su questi social?


FaceBook Page FaceBook Account Deviantart TumblR TumblR YouTube

In alternativa puoi provare a contattare Samandel tramite proiezione astrale, palline di carta sputate attraverso una penna bic, piccioni viaggiatori col passaporto scaduto e interferenze nella fibra ottica.